.
Annunci online

ilblogdipaola
pensieri in libertà. senza eccessi.
25 settembre 2009
Ma guarda!!!
Il dossier nucleare iraniano si complica proprio alla vigilia dell'incontro del 1° ottobre in programma a Ginevra tra il gruppo di contatto dei cosiddetti 5 più 1 e l'Iran per cercare di evitare la quarta ondata di sanzioni del Consiglio di sicurezza dell"Onu al regime degli ayatollah.

Con un colpo a effetto, che mette nell'angolo la recente e tanto sbandierata volontà di collaborazione (solo teorica finora) con l'Occidente di Teheran, il presidente americano Barack Obama, con i leader di Gran Bretagna e Francia, proprio nel giorno in cui l'Onu ha votato all'unanimità una risoluzione che mette al bando le armi nucleari, ha accusato l'Iran di aver costruito un secondo impianto segreto di arricchimento dell'uranio. Impianto che non è finora stato sottoposto a nessuna verifica da parte degli ispettori Onu e di cui si aveva avuto qualche vaga notizia già ieri da Parigi da parte di un gruppo di esuli iraniani appartenenti ai Mujaedin del popolo.

L'Iran questa mattina ha dovuto confermare di avere questo impianto e ha rivelato di aver ufficialmente comunicato alla Aiea (l'Agenzia internazionale per l'energia atomica) di avere un secondo impianto per l'arricchimento dell'uranio. Lo hanno reso noto oggi fonti diplomatiche, ma resta in fatto che finora non aveva mai reso noto né la collocazione né l'esistenza di una produzione alternativa a quella di Natanz.

Secondo queste fonti, il direttore generale della Aiea, Mohamed El Baradei, in scadenza di mandato, pochi giorni fa avrebbe ricevuto una lettera dalla Repubblica islamica che conteneva l'ammissione dell'esistenza di un impianto finora sconosciuto, ma non sono stati dati altri dettagli sull'informativa.

Teheran aveva già denunciato l'impianto per l'arricchimento dell'uranio di Natanz, che si trova, solo di recente dopo anni di divieti, sotto il controllo quotidiano degli ispettori dell'agenzia internazionale. Teheran è stata sanzionata dalla comunità internazionale per essersi rifiutata di sospendere l'attività di arricchimento e per non essersi resa disponibile a chiarire i sospetti sugli scopi della sua attività nucleare.

Il secondo impianto nucleare iraniano è una centrale da 360 megawatt che potrebbe produrre l'uranio arricchito, elemento utile alla costruzione della bomba atomica. L'ammissione dell'impianto finora segreto getta un'ombra di discredito sulla politica di collaborazione e trasparenza della Repubblica islamica sul contestato dossier nucleare e dà nuovo slancio ai falchi dell'amministrazione americana che non condividono l'utilità della politica della mano tesa fin qui avuta dal presidente Obama.

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2009/09/iran-nucleare-secondo-impianto.shtml?uuid=e4cc04b6-a9af-11de-8a79-51afc910ccd2&DocRulesView=Libero



permalink | inviato da ilblogdipaola il 25/9/2009 alle 15:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 113840 volte

ject width="425" height="355">

 

 

  




IL CANNOCCHIALE